Autunno, tempo di risotto coi funghi porcini

Con l’arrivo dell’autunno e delle prime piogge che salutano la torrida estate i boschi – come per magia – si riempiono di piccoli “omini” dal grande cappello: i funghi porcini. Il Porcino è il nome comune di alcune specie di funghi del genere Boletus, considerati tra i più prelibati e ambiti tra i cercatori che perlustrano i vari boschi di querce e di castagno così come nelle faggete e nelle abetaie. In cucina il fungo porcino ha molteplici usi, sia crudo che cotto, senz’altro il risotto ai funghi porcini è uno dei piatti tipici della tradizione italiana. Delta del Vino vi presenta la ricetta per preparare un primo piatto con questi preziosi doni che ci regala la terra. Un piatto cremoso e avvolgente da condividere con parenti e amici per uno speciale momento di convivialità. Se non avete l’occasione di trovare funghi porcini freschi in loro sostituzione si trovano in commercio secchi che andranno precedentemente ammollati. Ecco gli ingredienti necessari per preparare 4 porzioni di risotto coi funghi porcini:

  • 280 g. di riso Carnaroli
  • 4 o 4 funghi porcini freschi ben sodi
  • 1 scalogno
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 150 cl di brodo vegetale o di carne
  • 50 g. di burro
  • 100 g. di Parmigiano-Reggiano grattugiato al momento
  • prezzemolo
  • olio extra-vergine di oliva
  • sale e pepe

La prima cosa da fare è pulire con particolare attenzione i funghi che non vanno mai lavati, errore molto grave che spesso si vede fare. Con un coltellino raschiate il gambo e tagliate le parti più legnose, mentre con una spazzolina o con un pennello robusto eliminate con cura tutta la terra. Finita questa operazione tritale lo scalogno e mettetelo a soffriggere in una capace pentola con poco olio extra-vergine di oliva. Quando sarà diventato trasparente aggiungete il riso e fatelo tostare a fiamma alta per qualche minuto per poi sfumarlo, sempre a fuoco vivace, con un bicchiere di vino bianco, possibilmente di buona qualità. Mescolate con cura fino a quando il vino non si sarà ritirato e, a questo punto, iniziate a bagnare con il brodo aggiungendone un mestolo alla volta. Aggiungete anche i gambi dei funghi precedentemente tagliati a dadini continuando ad aggiungere brodo quando necessario. Nel frattempo con un coltello affilato tagliate i cappelli dei porcini a lamelle sottili che aggiungerete al riso solo quando il riso sarà quasi cotto, conservando le più belle per la guarnizione finale. Passati gli ultimissimi minuti di cottura spegnete il fuoco e aggiungete tutto il burro, il Parmigiano grattugiato e un po’ di prezzemolo tritato e girate generosamente per far mantecare il riso che lascerete riposare un paio di minuti controllando che rimanga all’onda. A questo punto trasferitelo nei piatti che guarnirete con alcune lamelle di fungo e con una spolverata di pepe nero macinato al momento. Servite i piatti ai vostri commensali e iniziate a pensare a quale vino abbinare. Solitamente si pensa ad un vino rosso strutturato ma noi pensiamo possa essere un errore, in quanto il piatto non è da definirsi delicato ma neppure particolarmente strutturato, quindi necessita rispetto. Delta del Vino vi consiglia un bianco di medio-buona struttura e dai buoni profumi, magari lo stesso che avete utilizzato per la preparazione del risotto. Un Franciacorta potrebbe essere l’ideale, così come un Chardonnay o un Pinot Grigio del Friuli. Potete scegliere e farvi consigliare consultando il nostro sito, contattandoci allo 0521 980 161 oppure scriverci una email ai recapiti che trovate qui sotto.

Contatti
Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com