Notizie Utili Ricette

Uno squisito risotto all’Amarone per scoprire tutti i sapori tradizionali della cucina veronese

Nella provincia di Verona esistono vini e prodotti gastronomici di grandissima qualità. Dalle colline di Valpolicella adiacenti alla bella città scaligera abbiamo il vino Amarone, una vera prelibatezza e simbolo dell’enologia italiana, dalla bassa veronese i vari tipi di riso, tra cui il Vialone nano, tra i più pregiati. Quando questi due ingredienti si incontrano il risultato è un meraviglioso risotto all’Amarone, di facile preparazione e di grandissimo risultato. Vediamo come preparlo e fare ottima figura.

Ingredienti per 4 persone

  • 320g di riso Vialone nano
  • 50g di scalogno
  • 1l di brodo di carne (possibilmente non di dado)
  • 350ml di Amarone della Valpolicella
  • 60g di burro
  • 60g di midollo di bue
  • Monte Veronese o Parmigiano-Reggiano grattugiato
  • Sale

Come prima cosa si deve tritare abbastanza finemente lo scalogno che aggiungeremo a metà del burro e al midollo facendo appassire il tutto con un mestolo di brodo. Quando si ha raggiunto il giusto punto di cottura si aggiunge il riso facendolo tostare per bene e, successivamente, si aggiunge l’Amarone a filo, ripetendo l’operazione 2 o 3 volte attendendo che il vino versato precedentemente venga assorbito dal riso. Questa operazione durerà cieca 5 minuti nei quali è necessario mescolare con un cucchiaio di legno. Si prosegue la cottura a fuoco dolce aggiungendo il restante brodo un mestolo alla volta fino a quando il riso non sarà cotto al dente. A questo punto spegnere il fuoco ed iniziare l’operazione di mantecatura col restante burro e il formaggio grattugiato. Il Monte Veronese è un tipico formaggio a base di latte vaccino stagionato prodotto nella parte settentrionale della provincia veronese, ma va benissimo anche il Parmigiano-Reggiano.

Dopo aver lasciato riposare un attimo il risotto è pronto per essere portato in tavola, da gustare con – ovviamente – un ottimo bicchiere di Amarone della Valpolicella.

Scopri i migliori vini, CHIAMA