Notizie Utili

Vino rosso, arriva l’estate perché non berlo fresco?

Sta arrivando l’estate e, come da consuetudine, è in calo la vendita dei vini rossi a favore di quelli bianchi (sia fermi che spumanti) di norma preferiti poiché bevuti freschi. Ma è giusto tralasciare il gusto di un buon rosso solo perché c’è caldo? Un consumo consapevole e, soprattutto, una corretta degustazione ci permettono, invece, di poter continuare a soddisfare il nostro palato con il vino rosso bevuto ad una temperatura giusta di 16°, che sono quelli che corrispondono ad un vino conservato in una cantina e che gli permettono di mantenere profumi ed aromi. Persino il Consorzio del Chianti ha messo in atto una nuova iniziativa, denominata #chiantigustalofresco con lo scopo di istruire gli appassionati alle corrette modalità per gustarsi un buon Chianti e per aumentare le vendite dei vini rossi (ovviamente prediligendo il Chianti) nel periodo estivo. Quindi sfatiamo questo pregiudizio e scopriamo un nuovo modo di “bere rosso”, fresco, giovane, stile aperitivo oppure ospite principale di una cena, perché il piacere di un calice di vino rosso non ce lo possiamo negare mai. Nemmeno a ferragosto.

Scopri i migliori vini, CHIAMA