Notizie Utili Ricette

Un vino DOC Cortese dell’Alto Monferrato ideale per un risotto alla comasca

Tra i vini a bacca bianca del Piemonte il Cortese occupa una posizione di grande rilievo. Coltivato prevalentemente tra la sponda destra del fiume Tanaro nelle provincie di Asti ed Alessandria e le colline attorno a Nizza Monferrato il Cortese dell’Alto Monferrato è un vino bianco, secco, fresco e leggero che in alcuni casi è prodotto anche in versione spumante. Dal profumo tenue e persistente con note floreali e frutta fresca e di color giallo paglierino, talvolta con riflessi verdognoli, giustamente acido è un vino che si addice perfettamente sia come aperitivo che per accompagnare pasti leggeri, antipasti, piatti di pesce e risotti come quello alla comasca che è a base di pesce persico. Ecco una facile e gustosa ricetta per 4 persone. Iniziamo con la lista della spesa, necessaria per poter preparare questo gustosissimo risotto:

  • 350 gr di riso vialone nano
  • 16 filetti di pesce persico
  • 50 gr di carota mondata
  • 30 gr di sedano mondato
  • 1 scalogno
  • brodo vegetale, possibilmente fatto fresco e non di dado
  • salvia
  • vino bianco secco (prefetto il Cortese dell’Alto Monferrato)
  • burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe nero

Per la preparazione iniziate col preparare il brodo vegetale, ne servirà all’incirca 1 litro. Dopo iniziate col tritare finemente la carota, il sedano e lo scalogno e fateli rosolare per circa 3 minuti in una casseruola con 2 cucchiai di olio e una noce di burro. Unite a questo punto 4 filetti di persico privati della pelle e tagliati a tocchetti, cuocendoli – mescolando – per un minuto non di più. È il momento di aggiungere il riso che farete tostare per un buon minuto a fiamma vivace e sfumate cin un buon mezzo bicchiere di vino Cortese. Ad evaporazione terminata iniziate ad aggiungere il brodo che avrete portato a bollore e che aggiungerete man mano che viene assorbito dal riso. Quando vedete che mancano 5 minuti al termine della cottura in una casseruola fate fondere 50 gr di burro e 8 belle foglie di salvia fresca e arrostitevi i restanti 12 filetti di pesce persico, cuocendoli per 2,5 minuti per lato. A fine cottura salateli, pepateli e mettetene da parte 8 interi mentre i rimanenti 4 li sminuzzerete e aggiungerete al risotto insieme al loro fondo di cottura. Mescolate per amalgamare bene il tutto e servite nei piatti completando ciascuna porzione con 2 filetti e altrettante foglie di salvia. Servite subito e versatevi un buon bicchiere di Cortese dell’Alto Monferrato, come quello della Selezione Delta del Vino che viene dalla casa vitivinicola Cordara. Ve lo meritate e buon appetito.

Scopri i migliori vini, CHIAMA