Vini bianchi

Trebbiano d’Abruzzo DOC

Denominazione di origine controllata

Descrizione

Unica DOC dell’Abruzzo comprendente esclusivamente vino bianco, il Trebbiano d’Abruzzo viene prodotto in tutte e quattro le province abruzzesi: L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo. La zona di produzione è molto ampia e occupa praticamente l’intero territorio della regione.
Il Trebbiano d’Abruzzo DOC è ottenuto dalle uve del vitigno Bombino Bianco, localmente detto Trebbiano d’Abruzzo, da cui il vino prende il nome. L’uvaggio prevede l’utilizzo di uve Trebbiano d’Abruzzo o Trebbiano Toscano (minimo 85%). La forma dei suoi grappoli di media grandezza, piramidali e alati, ricorda vagamente un bambino con le braccia aperte: di qui forse il nome di “Bambino” e poi di “Bombino”.

L’origine del nome Trebbiano pare risalga alla dicitura Trebulanum che Plinio il Vecchio utilizzò nella sua Naturalis Historia. Il vitigno, sempre secondo Plinio, era originario della Campania, in particolare della zona di Caserta. Di qui sarebbe successivamente arrivato in Abruzzo. Pare inoltre che il Trebbiano, non particolarmente richiesto nei banchetti patrizi, fosse il vino preferito dall’esercito dell’Impero tanto da essere talvolta definito “il vino dei soldati”.

Vitigno
Trebbiano d’Abruzzo o Trebbiano toscano 85%

Zona di produzione
Abruzzo

Contenuto alcolico
11,5 % vol.

Invecchiamento
In vasche di acciaio più alcuni mesi di affinamento in bottiglia.

Colore
Paglierino.

Profumo
Vinoso

Sapore
Asciutto, armonico

Accostamento gastronomico
Minestre asciutte, antipasti e piatti a base di pesce da servire preferibilmente ad una temperatura di 8° C.

Trebbiano d'Abruzzo DOC

CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI

[ccf_form id=”859″]

Scopri i migliori vini, CHIAMA