Notizie Utili

Sushi? Si, ma col vino italiano

Se proprio vuoi mangiarlo bevici del vino italiano. Oppure, che bello col vino italiano. La cultura del sushi, il piatto tipico della cucina giapponese, divide i gusti degli italiani. Da una parte coloro che adorano i piatti nipponici, dall’altra i strenui difensori della cucina italiana e della dieta mediterranea che vedono questo importante evento come una moda del momento non destinata a durare. Non vogliamo fare, però, una disanima dell’evoluzione delle cucine asiatiche e del loro inserimento nella nostra italica cultura del gusto ma segnalare che – complice anche Expo – il vino italiano e l’esclusiva cucina giapponese hanno avuto un primo positivo incontro proprio nel capoluogo meneghino che ospitava l’importante rassegna mondiale dedicata al cibo. L’AIRG, l’associazione che raggruppa i ristoranti giapponesi in Italia ha, infatti, aperto un “tavolo di discussione” particolarmente attivo e collaborativo con un consorzio di vini italiani per far si che l’unica cucina al mondo ancora impermeabile alla penetrazione del Made In Italy inizi a prevedere l’utilizzo, come bevanda da accompagnare al sushi, il vino di casa nostra. Se fino ad oggi era solo qualche sporadico ristoratore che inseriva nel proprio menù il vino oggi si sta lavorando per far sì che possa nascere un felice matrimonio tra due culture gastronomiche così lontane ma profondamente storiche. Quindi oltre ai classici sakè e tipi vari di tè verde (anche qui gli intenditori hanno la capacità di distinguere la qualità dei prodotti) presto potremo vedere (finalmente) nei ristoranti il vino che verrà introdotto e presentato, anche, con corsi di degustazione, workshop e performance legate alla cultura e all’arte giapponese come accaduta nella scorsa edizione del “Milano Matsuri 2015” tenutosi nella scorsa estate nel capoluogo lombardo.

Scopri i migliori vini, CHIAMA