Notizie Utili

Stranezze da collezionisti, domani all’asta prestigiose bottiglie del 1774

Si sa che il mondo dei collezionisti è tra i più originali al mondo. Possiamo trovare chi colleziona conchiglie raccolte gratuitamente a riva del mare, chi – al contrario – colleziona preziosissimi oggetti d’arte o di lusso dai costi proibitivi per i comuni mortali. Il mondo degli amanti del vino non è rimasto, ovviamente, immune dal farsi prendere dalla smania della collezione e, ammettiamolo, un po’ a tutti noi piace (o piacerebbe) poter avere in cantina quella e quelle bottiglie di prestigio che, magari, non verranno mai aperte. Questa sorte è capitata ad alcune bottiglie di quel famosissimo e pregiato vin jaune (vino giallo) di Arbois – soprannominato “il vino dei re e il re die vini” – che coi loro 244 anni possono considerarsi tra i più vecchi al mondo. Sono solo 3 le bottiglie gelosamente conservate in un luogo segreto, chiamato “tabernacolo” da otto generazioni dalla famiglia Vercel, proprietaria della cantina Grand Commander di Arbois che ha organizzato questa asta prevista domani 26 maggio 2018 e nella quale verranno battute le ultime 102 preziose bottiglie collezionate da quando Pierre Vercel nel XVII Secolo fondò la cantina. Ovviamente sono le 3 bottiglie il pezzo “super” di quest’asta poiché si tratta di un vino definito “indistruttibile” dagli esperti, mentre più poeticamente viene definito “la parte che spetta agli angeli”. Quello che è certo è che ci troviamo di fronte ad un prodotto eccezionale che viene fatto invecchiare 75 mesi in botti di quercia da 228 litri per poi essere imbottigliato in un contenitore da 62 cl, chiamato clavelin, molto in voga in Francia a partire dal XVIII Secolo. Non è ancora stata comunicata la base di partenza dell’asta, certamente sarà una somma importante se teniamo in considerazione che nel 2011 una bottiglia della stessa annata se l’aggiudicò un compratore svizzero per ben 57.000 euro (con base di partenza a 5.000 euro) e questa quindicesima edizione dell’asta, che si tiene nel piccolo comune della Borgogna, sarà l’ultima occasione per poter arricchire la propria collezione con pezzi di tale pregio. Johann Wolfgang von Goethe un giorno scrisse “La vita è troppo breve per bere vini mediocri”, non possiamo che dargli ragione, ma a che prezzo, in questa occasione.

[ccf_form id=”859″]

Scopri i migliori vini, CHIAMA