Notizie Utili

Regalare vino non è una banalità, anche a Natale

Ormai manca un mese a Natale ed è ora di iniziare a programmare i regali, siano essi aziendali o personali. Delta del Vino, come ogni anno mette a disposizione della propria clientela un vasto assortimento di pregiati vini e, da quest’anno, anche un ricco catalogo strenna natalizia consultabile a questa pagina.

Nonostante il vino sia un dono che non ha stagione, avvicinandoci alle festività natalizie aumenta l’utilizzo di un buon prodotto enologico per testimoniare amicizia, stima, amore. Molto importante che sia scelto con un pensiero alla persona che lo riceverà, per evitare che il dono diventi banale se non, addirittura, sgradito. Conoscere i gusti della persona sarebbe già un’ottima base di partenza, altrimenti sarebbe bene attenersi ad alcune regole abbastanza sicure.

La personalità del destinatario ha un’importanza fondamentale, perché il vino – quasi sempre – rispecchia la stessa. Anche il genere di vino ha una sua certa importanza. Una ricerca effettuata da Vinitaly  ha messo in risalto che un buon vino rosso invecchiato è preferito sia dalle donne che dall’uomo, mentre in seconda battuta la ben nota divisione che vede il gentil sesso preferire le bollicine e l’uomo il rosso fermo è ancora valida.

Se la persona a cui regaliamo il vino è anche un esperto (o semplicemente un appassionato) può darci delle buone indicazioni e la possibilità di andare alla ricerca di qualche particolarità che, invece, sarebbe bene evitare con “palati poco allenati” che tendono ad apprezzare vini più dolci e profumati. Anche il ruolo del ricevente il dono ha una sua importanza nella scelta. Esso potrebbe essere un vostro superiore, un cliente, un parente, un amico.

In ognuno di queste circostanze il regalo trasmette un messaggio specifico e, di conseguenza, ne modifica i criteri di scelta. Se siete in un negozio o su un sito internet per fare l’acquisto vi troverete di fronte ad una grandissima vastità di prodotti. Non esitate a chiedere un consiglio a chi vende che, molto probabilmente, avrà una maggior attitudine a farvi fare un buon acquisto, ma se proprio volete fare da soli guardate il “vestito”.

L’etichetta di un vino e la certificazione DOC sono i primi indizi che noterete e ai quali dovrete dare la giusta attenzione. La provenienza da una zona di origine controllata (DOC) trasmette un atteggiamento di riguardo, così come un vino con un’etichetta classica è indicato per un dono per una situazione formale. Un vino, invece, che arriva da una particolare e piccola cantina, realizzato con un particolare procedimento è, invece, adatto a situazioni informali. Anche il prezzo del vino può darci delle buone indicazioni. Calcoliamo che un vino di una marca blasonata sarà più alto di quello di una piccola cantina ma non necessariamente migliore o maggiormente gradito.

A volte cercando bene si trovano dei veri “gioielli” a costi minori, ma rimane sempre il blasone della marca che, specialmente tra persone poco esperte, lascia il segno. Anche la confezione regalo ha una certa importanza, non a caso in commercio esistono scatole in legno o cartone che donano alla confezione quel “qualcosa in più” che ne valorizza ulteriormente il gesto. Il consiglio è quello di spendere qualche minuto in più e dare personalità al regalo che può avere tanti differenti significati. La banalità è sempre dietro l’angolo, usate il vino per parlare al vostro posto.

Per ulteriori informazioni potete scegliere e farvi consigliare consultando il nostro sito, oppure contattandoci allo 0521 980 161 o scriverci una email ai recapiti che trovate qui sotto.

[ccf_form id=”859″]

Scopri i migliori vini, CHIAMA