Notizie Utili

Il vino toscano si presenta alla carovana del Blues europeo in arrivo a Torrita di Siena

Manca ormai un mese esatto al grande evento musicale che porterà nel borgo medievale di Torrita di Siena l’European Blues Challenge, l’evento dedicato alla musica blues più importante di tutta quanta l’Europa. Dopo Berlino, Tolosa, Riga e Bruxelles è la volta dell’Italia ad ospitare il grande raduno che richiamerà in terra toscana musicisti, giornalisti e addetti ai lavori di 21 nazioni europee. Un evento in continua crescita, nato nel 2008 quando a Salsomaggiore Terme, grazie ad un’idea dell’associazione Rootsway di Parma e della rivista Il Blues, si svolse la prima riunione che diede il via a questo carrozzone itinerante che richiama migliaia di appassionati. La candidatura di Torrita è stata approvata dal board dell’associazione che ha sede a Bruxelles grazie alla storia del Torrita Blues Festival e, soprattutto, grazie al territorio che offre veramente tanti spunti e motivi di interesse per i tanti “blues turisti” attratti dalla cultura e dall’enogastronomia toscana. Sarà, quindi, un grande momento per i vini della zona di mettersi in mostra aumentando ulteriormente la propria popolarità nel Vecchio Continente. La zona delle colline senesi è ricca di storia e di qualità, con vini considerati tra i migliori di tutto il mondo, ad iniziare dal Chianti per arrivare ai Supertuscan di recente creazione, in un percorso storico e di sapori che non può lasciare indifferente nessuno. La bellezza dei posti, i colori, i profumi di queste terre sono un richiamo fortissimo e i frutti del duro e sapiente lavoro dei produttori locali di vino considerato arte pura. Sarà una vera celebrazione del Chianti, uno dei primi vini italiani ad ottenere la DOC (Denominazione di Origine Controllata, 1967), del Brunello di Montalcino, ottenuto con le uve di Sangiovese e primo a potersi fregiare della DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita, 1980), del Rosso di Montalcino o del Vino Nobile di Montepulciano, senza dimenticare il Moscadello di Montalcino e la Vernaccia di San Gimignano, tutti vini che il mondo intero ci invidia. Allora cosa c’è di meglio se non abbinare alla grande musica del fantastico vino?

Scopri i migliori vini, CHIAMA