Notizie Utili Ricette

Cocktail, che passione. Col vino che buoni.

Diffusissimi e, ormai, un vero e proprio must quasi quotidiano i cocktail a base di vino hanno conquistato ogni età. Ma non è da tanto che il vino è diventato uno dei principali ingredienti di aperitivi e long drink. Un forte contributo lo ha dato la serie TV Sex and the City dove, tra gli intrighi amorosi delle 4 protagoniste, compaiono spesso cocktail a base di vino che, immediatamente, hanno iniziato a moltiplicarsi e a diffondersi ovunque, Italia compresa. Meno alcolici e più rinfrescanti, con quel tocco chic intrigante sono amati da ambo i sessi e i barman professionisti hanno iniziato a sbizzarrirsi con ricette votate ad esaltare il vino, ingrediente principe di questi prodotti. Il più diffuso è, senza ombra di dubbio, lo Spritz, proposto in mille varianti in ogni angolo del mondo. La ricetta classica prevede, in una base di ghiaccio, l’utilizzo di un buon Prosecco, Aperol, soda e fetta di arancia. Ovviamente non ci si poteva fermare qui e la fantasia dei barman ha iniziato a lavorare con versioni lateral e con l’utilizzo di vino spumante o anche fermo (addizionato con soda per dar gas alla ricetta). C’è anche chi utilizza del vino Rosè e, oltre all’arancia, compaiono altri ingredienti come lo zenzero o la sostituzione dell’Aperol con altri prodotti. Ma non solo lo Spritz prevede l’uso del vino, ad esempio anche il Watermelon Pepper, cocktail fresco e speziato, ha una base di lime, basilico e anguria ai quali si aggiunge vino bianco giovane con una spruzzata di pepe rosa on top. Sempre protagonista il Prosecco ne Il Giusti che viene preparato con l’aggiunta di melone fresco frullato. Questi sono solo alcuni dei cocktail che utilizzano il vino, lasciamo che la vostra fantasia non abbia limiti nel provare ad inventarne altri, l’unico consiglio che possiamo darvi – oltre ad evitare ogni tipo di abuso – è quello di utilizzare sempre e comunque vino buono e di qualità, altrimenti il risultato non potrà mai essere soddisfacente.

Scopri i migliori vini, CHIAMA