Notizie Utili

Chi ha detto che il vino fa male alla salute? Scopriamo alcuni segreti

Un bicchiere di vino fa bene alla salute

Il vino, così come la birra – e non parliamo dei superalcolici – sono da sempre considerati dei nemici dell’organismo ma, invece, parecchi benefici vino e birra lo danno al nostro fisico, scopriamolo assieme.

Va detto come prima cosa che è l’abuso di queste sostanze a creare problemi, spesso gravi, ma al contrario un bicchiere di buon vino a pasto – salvo controindicazioni mediche – è più che salutare.

Nonostante vino e birra vengano identificati come protagonisti indiscussi di brindisi e cene al loro interno nascondono delle proprietà benefiche, che aiutano il cuore e i reni, ad esempio, migliorano la memoria e sono ottimi antagonisti dei disturbi del sonno. Ma sarà tutto vero o solo dicerie?

C’è chi mette in guardia dai pericoli dell’alcol senza concedere sconti, altri consigliano un paio di bicchieri al giorno. Non è facile saper decidere quale strada intraprendere, il consiglio è sempre quello di bere poco e di qualità.

Ma iniziamo a riflettere, ad esempio, su quante calorie possa avere una bibita gassata e, al contrario una birra. Valutate che una birra mediamente ha 43 calorie ogni cento grammi e, soprattutto, è totalmente naturale dai tempi degli antichi Sumeri che la preparavano con malto, orzo, luppolo e lieviti, proprio come oggi.

La birra contiene l’acido nicotinico che aiuta a conciliare il sonno ed ha un alto contenuto di flavonoidi che contribuiscono all’aumento della calcitonina, essenziale per le ossa.

Anche il lievito di birra ha effetti positivi sull’organismo, in quanto combatte il colesterolo cattivo e previene l’ostruzione delle arterie e in più una o massimo due birre al giorno aiutano a mantenere puliti i reni prevenendo la formazione di calcoli renali.

Venendo al vino, invece, possiamo notare che all’interno di un buon bicchiere di rosso possiamo trovare ottime proprietà. Per prima cosa il vino controbilancia i danni deleteri del fumo, regolando gli effetti negativi del tabacco sui vasi sanguigni. Un bicchiere di vino rosso pulisce l’endotelio, quello strato di cellule che riduce l’attrito tra i vasi linfatici e quelli sanguigni e, soprattutto, riveste la superficie interna del cuore. Inoltre un bicchiere al giorno previene le malattie alle coronarie e abbatte il colesterolo cattivo ed ha un effetto anticoagulante, ovvero contribuisce a far calare il rischio di trombosi. L’uso moderato di vino può prevenire la comparsa di arteriosclerosi, causata dall’irrigidimento e dalla degenerazione delle arterie, mentre l’alcol contenuto nel vino, grazie alla formazione di ossido, favorisce il rilassamento delle pareti arteriose.

In più regola la pressione e, nonostante l’uso eccessivo di alcol provochi ipertensione, un bicchiere di vino (max 250 ml) riduce la pressione dopo mangiato.

Da non sottovalutare l’effetto positivo del resveratrolo, un fenolo non flavonoide componente del vino, contro le malattie di Alzheimer e la demenza senile e, in più, il vino (specialmente quello rosso) previene i raffreddori, riduce la possibilità di ammalarsi di cancro alla gola e alla prostata e riduce il fastidio delle emorroidi.

Dicevamo il rosso meglio del bianco, poiché il vino bianco non contiene i polifenoli che provengono dalla buccia e dai semi dell’uva, che sono i protettori principali del cuore.

Tutto questo non vuol dire che ci si possa curare con vino e con la birra ma, semplicemente, che l’uso moderato di prodotti di qualità può contribuire a mantenere il nostro fisico in buono stato. E, poi, fa parte della nostra tradizione millenaria, della cucina mediterranea, perché è meglio «un po’ di tutto che troppo di niente».

Per ulteriori informazioni potete scegliere e farvi consigliare consultando il nostro sito, oppure contattandoci allo 0521 980 161 o scriverci una email ai recapiti che trovate qui sotto.

[ccf_form id=”859″]

Scopri i migliori vini, CHIAMA