Pinot Nero DOP: un favoloso vino bianco frizzante da uve rosse

Pinot Nero DOP: un favoloso vino bianco frizzante da uve rosse

Si, proprio così. Stiamo parlando di Pinot Nero vinificato in bianco e prodotto in quell’Oltrepò Pavese, terra dalla lunghissima storia in fatto di vini di qualità. Questo nuovo vino, entrato di diritto nella selezione Delta del Vino ha la caratteristica di essere ottenuto da uve rosse le quali, nel processo di vinificazione, obbligano l’immediata separazione del mosto dalle vinacce, al fine di evitare la cessione del colore. Dopo una soffice pressatura il mosto viene pulito e inoculato con i lieviti selezionati, quindi messo a fermentare in vasche termocondizionate. Terminata la fermentazione il vino viene stoccato in vasche d’acciaio inox, al quale seguirà, tra gennaio ed aprile, l’imbottigliamento. Quello che ne scaturisce è un vino vivace, dal caratteristico color giallo paglierino che può avere, talora, riflessi rosa. Un vino dall’intenso profumo che richiama la crosta del pane mentre il gusto, persistente, presenta delle reminiscenze di mandorle amare. Servito abbastanza freddo (4-6°C), in un bicchiere ampio alla base e leggermente svasato all’imboccatura, è un vino bianco che essendo prodotto da uve rosse dispone di un buon corpo, quindi in grado di reggere piatti corposi e saporiti, anche di carni bianche e rosse. L’ideale, comunque, rimane l’abbinamento con paste condite con frutti di mare, con le quali riesce ad esaltare tutta la sua vitalità. Per ulteriori informazioni potete scegliere e farvi consigliare consultando il nostro sito, oppure contattandoci allo 0521 980 161 o scriverci una email ai recapiti che trovate qui sotto. Vitigno Pinot Nero, vinificato in bianco Categoria di appartenenza D.O.P. Denominazione di Origine Protetta Zona di origine Comuni di Codevilla, Torrazza Coste, Borgo Priolo e Montebello della Battaglia Vinificazione Trattandosi di vino bianco ottenuto da uve rosse, nel processo di vinificazione occorre separare immediatamente il mosto dalle vinacce al fine di evitare la cessione del colore. Dopo la pressatura soffice il mosto viene pulito e inoculato con i lieviti selezionati, quindi messo a fermentare in vasche termocondizionate. Terminata la fermentazione il vino viene stoccato in vasche d’acciaio inox. Imbottigliamento L’imbottigliamento viene effettuato nel periodo gennaio – aprile dell’anno successivo alla vendemmia. Nel bicchiere Vino vivace. Gradazione alcolica 12% vol. Caratteristiche organolettiche Colore: giallo paglierino scarico con talora riflessi rosa. Profumo: intenso richiama la crosta del pane. Gusto: persistente con reminiscenze di mandorla amara. Temperatura di servizio 4-6° C (nel secchiello del ghiaccio). Accompagnamento Piatti corposi e saporiti, anche di carni bianche e rosse, ideale con paste condite con frutti di mare. CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Diamo il benvenuto a un nuovo Vermentino Toscana IGT

Diamo il benvenuto a un nuovo Vermentino Toscana IGT

Ad un’altezza di 100 m sul livello del male, proprio all’incrocio tra le valli dell’Arno e dell’Era e su antichi terreni pluviali costituiti da strati di sabbie tufacee e ghiaia, nasce questo Vermentino Toscana IGT prodotto da uve Vermentino al 100% che entra di diritto nella selezione Delta del Vino. Le uve Vermentino sono tra le poche uve bianche che perfettamente si sono adattate al clima della Toscana mediterranea. Un’uva che ama la brezza del mare, che dista solo 25 km, e la luce del sole, due componenti che permettono a queste uve di restituire quella sapidità e la giusta acidità capaci di regalare una freschezza irresistibile. Appena arrivano in cantina vengono diraspate e pressate con delicatezza ottenendo diverse frazioni di succo, ciascuna delle quali viene raffreddata a 8°C per 24 ore al fine di favorire la decantazione naturale. Il mosto ottenuto, limpido e fresco, viene versato in grandi vasche in acciaio inox dove avviene la fermentazione alcolica ad una temperatura controllata non superiore ai 12°C. Dopo un mese viene fatta una precisa valutazione dei diversi lotti di vino ottenuto al fine di ottenere la miglior miscela finale. Il Vermentino Toscana IGT è un vino che si presenta col caratteristico color giallo paglierino con riflessi dorati. Un vino dal complesso profumo al naso, con note floreali e sentori di pesca, fiori, salvia e rosmarino e dal sapore persistente, ampio e ben equilibrato al palato dalle note minerali. Un vino che servito alla corretta temperatura di 10°C si sposa meravigliosamente con piatti a base di pesce, insalata di pollo e antipasti in genere. Si caratterizza anche per l’originale e innovativo tappo dalla soluzione “svita e apri” che si chiama HELIXTM, che consiste in un tappo in sughero dal design ergonomico e una bottiglia in vetro con filettatura interna posta nel collo della bottiglia che permette, senza sforzo, l’apertura a mano con un facile e semplice movimento di rotazione. Questa soluzione permette che la bottiglia possa venire richiusa con lo stesso movimento in senso opposto mantenendo la chiusura ideale che permette la conservazione delle caratteristiche organolettiche del vino. Vitigno Vermentino 100% Categoria di appartenenza I.G.T. Indicazione Geografica Tipica Zona di origine Toscana Produzione Il mosto viene ottenuto attraverso spremitura soffice e passato in vasche in acciaio inox dove avviene la fermentazione alcolica a temperatura controllata. Aspetto Colore giallo paglierino, con riflessi dorati. Profumo Complesso, con note floreali e sentori di pesca, fiori, salvia e rosmarino. Gusto Gusto persistente, ampio e ben equilibrato al palato dalle note minerali. Gradazione alcolica 12,5% vol. Temperatura di servizio 10° (nel secchiello del ghiaccio). Accompagnamento Piatti di carni bianche, antipasti. L’abbinamento tradizionale è con il pesce, i crostacei, molluschi. CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Raphael, il Verdicchio dei Castelli di Jesi, un DOC Classico per Delta del Vino

Raphael, il Verdicchio dei Castelli di Jesi, un DOC Classico per Delta del Vino

La famiglia Piersanti produce vino da circa settant’anni nella loro azienda situata sulle colline jesine, all’interno del Parco delle Monache. Dall’inizio degli anni Ottanta l’azienda, che è a conduzione famigliare, inizia a focalizzare la propria produzione nella vinificazione del Verdicchio dei Castelli di Jesi, il celebre vitigno a bacca bianca coltivato quasi esclusivamente nella regione Marche. Si tratta di un vitigno molto eclettico che viene utilizzato – generalmente in purezza – per la produzione sia di vini freschi, pronti da bere giovani che, al contrario, per prodotti molto strutturati, oltre alla produzione di spumanti (metodo classico e metodo Martinotti) e vini passiti. Del vitigno, che possiamo considerare autoctono, abbiamo tracce già dal XVI Secolo e risale al 1557 la prima attestazione scritta col termine “Verdicchio”. Piersanti produce diverse varietà di Verdicchio, Delta del Vino ha scelto per la propria clientela quello che riteneva essere quello più pregiato, un DOC denominato Raphael, ottenuto attraverso una soffice spremitura a bassissima pressione, utilizzando solo la prima fase di essa. Quello che ne scaturisce è un vino dal tipico color giallo paglierino che può avere leggere sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. Al naso il Verdicchio dei Castelli di Jesi si presenta con un delicato profumo che regala una fresca fragranza di frutta e fiori abbinato ad un leggero sentore di mandorle amare. Dall’equilibrato gusto, il Verdicchio Raphael risulta un vino fine ed elegante col suo leggero retrogusto amarognolo, tipico per la tipologia di vino. Servito fresco (11-13°) si accompagna perfettamente con piatti di carni bianche, antipasti e primi piatti, tartufi, fritti di verdure ma, ovviamente, l’abbinamento tradizionale è con il pesce, i crostacei e i molluschi. Vitigno Verdicchio 100% Categoria di appartenenza D.O.C. Denominazione di Origine Controllata Zona di origine Interessa la maggior parte del territorio collinare della provincia di Ancona con fulcro nei Castelli di Jesi, quella bagnata dal fiume Esino. Produzione Il mosto viene ottenuto attraverso spremitura soffice e viene utilizzato solo la prima fase di spremitura a bassissima pressione. Aspetto Colore giallo paglierino, a volte con sottili sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. Profumo Delicato, fragranza fresca e persistente di frutta e fiori, sentore di mandorle amare. Gusto Gusto equilibrato persistente con leggero retrogusto amarognolo caratteristico del verdicchio. Fine, elegante, unico. Gradazione alcolica 12% vol. Temperatura di servizio 11-13° (nel secchiello del ghiaccio). Accompagnamento Piatti di carni bianche, antipasti e primi piatti, funghi, tartufi e fritti di verdure. L’abbinamento tradizionale è con il pesce, i crostacei, molluschi. CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Una Pioggia di Stelle dalla punta più a Sud della Sicilia con un Moscato Passito di Noto DOC

Una Pioggia di Stelle dalla punta più a Sud della Sicilia con un Moscato Passito di Noto DOC

Ai piedi dei monti Iblei a scendere fino al Mare Ionio si trova il comune di Noto che dista 31 km dal capoluogo Siracusa. Il territorio, per lo più collinare, si caratterizza per una estesa macchia mediterranea con uliveti, mandorleti, agrumeti e vigneti che regalano prodotti di altissima qualità come, ad esempio, uno dei più antichi vitigni al mondo – il Moscato Bianco – dal quale si ricava il vino Passito di Noto D.O.C. che entra di diritto nella Selezione Delta del Vino. Si chiama Pioggia di Stelle, come quelle che cadendo nelle notti di san Lorenzo ci concedono di esprimere un solo desiderio, ed è quello che gli amici della cantina Marilina hanno espresso prima di produrre questo squisito vino giovane e ammaliante, dai toni avvolgenti e delicati grazie ad un vigneto con già 35 anni di storia, cresciuto su un terreno calcareo, capace di regalarci le uve perfette per produrre questo incanto da bere, compagno ideale della grande tradizione pasticciera siciliana a base di dolci e gelati. Uve Moscato 100% Tipo Vino bianco Passito Sistema di allevamento Alberello Raccolta uve Manuale, in cassetta max 2 kg a fine Agosto Colore Giallo oro Vinificazione e maturazione Appassimento al sole per 10/15 giorni, segue vinificazione in legno e affinamento sempre in botti di legno per 36 mesi e, successivamente, in bottiglia per ulteriori 6 mesi Caratteristiche olfattive Frutta candita, agrumi, con sentori di miele e pesca bianca Caratteristiche gustative Note dolci ed equilibrate, sapido Gradazione Alcolica complessiva 14% vol. Accostamento Formaggi di capra, ricotta dolce, mandorle tostate, pasticceria e gelati siciliani Temperatura di servizio 17 – 19°C CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Dall’Oltrepò Pavese un Riesling di gran classe

Dall’Oltrepò Pavese un Riesling di gran classe

In quel triangolo di terra pavese, a Sud del Po a lambire tra Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia e Liguria, si estende un’ampia zona collinare dove la cultura della vite ha origini storiche e nobili. In questa fetta di terra si sono prodotti fior di vini, uno di questi è senza dubbio il Riesling, il vino bianco DOC “oltrepadano” per eccellenza che può essere di due versioni, Italico e Renano. La sua composizione si basa su un’alta percentuale di uve dell’omonimo vitigno (85%) mentre il rimanente 15% è formato da uve di Reasling Renano, Pinot Nero (vinificato bianco), Pinot Grigio e Pinot Bianco. Le origini di questo vino sono molto antiche e un po’ controverse. Sembra che abbia analogie col Greco di Tufo già utilizzato dagli antichi Romani per produrre il vino Animeo ma si pensa, anche, ad un origine francese o centro-europea dato che nel 1800 era diffuso lungo le sponde della Drava, del Danubio e della Sava dove arrivò in Veneto con la dominazione Austro-Ungarica per poi giungere in Oltrepò alla fine del secolo. La certezza è che la DOC Oltrepò Pavese Riesling Italico è risalente al 1970. Il Riesling Italico è un vino bianco secco e mosso dal tipico color giallo paglierino con riflessi verdolini con un caratteristico profumo che ricorda la mela. Ha un sapore secco e gradevole che va servito ad una temperatura di 10°C e si abbina alla perfezione con antipasti magri, passati di verdure, piatti a base di uova e pesci d’acqua dolce, sia fritti che in umido. Si sposa molto bene con i tortini di verdure, risotti alle quaglie o ai funghi, col filetto di pesce persico al vino bianco, così come in tutte le preparazioni a base di pesce ma, anche, con gli squisiti salumi della zona. Il Riesling della selezione Delta del Vino è un I.G.T. frizzante con le seguenti caratteristiche: Uve Riesling 100% Tipo Bianco Frizzante Colore Giallo paglierino scarico con sfumature verdognole Caratteristiche olfattive Delicato, intenso, fresco, con sentori fruttati Caratteristiche gustative Sapido, netto, di buona persistenza Gradazione Alcolica complessiva 11% vol. Accostamento Primi piatti delicati, frittate, pesce Temperatura di servizio 8 – 12°C CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Barbera bianco, uno scherzo? No realtà, si chiama Zanè ed è un Monferrato Bianco DOC con uve Caricalasino

Barbera bianco, uno scherzo? No realtà, si chiama Zanè ed è un Monferrato Bianco DOC con uve Caricalasino

Nel Piemonte, terra di vini, se si vanno a controllare i registri dei vitigni troviamo le indicazioni “Monferrato Bianco” o Barbera Bianco”, ma se ci inoltriamo per le ripide colline tra Gavi e Bosio allora lo sentiamo chiamare come un tempo: Caricalasino. Ce lo ha detto il produttore Roberto Ghio che ha recuperato un antico vitigno per ricordare il nonno, storico viticoltore della zona. Ghio lo ha proprio impiantato nuovamente proprio in quell’area del loro terreno che il nonno Tumè gli aveva indicato fosse in passato. Crebbe, così, un vitigno che produce un’uva dall’acino ovale e dalla spessa e scura buccia dal quale si produce un vino bianco con una decisa acidità e una spiccata gradazione alcolica, adatto anche all’invecchiamento. Una scommessa e una forte questione affettiva vive dietro questa scelta di recuperare un vitigno autoctono che ha la prerogativa di esaltare ulteriormente un territorio e dal 2011 viene prodotto questo Zané particolarmente apprezzato tanto che la vigna dedicata si è dovuta ampliare passando dall’iniziale ettaro ad un ettaro e mezzo. Il nome di quest’uva deriva dal terreno preferito per la crescita del vitigno, che deve essere il più impervio e scosceso e, proprio per quello, solo gli asini riuscivano ad arrivarci. Scopriamo quindi questo ottimo Zané – Monferrato bianco DOC che cresce su quei terrazzamenti che respirano l’aria del mare della Liguria mantenendo intatto il loro essere tipicamente vini piemontesi. Uve Caricalasino, antica varietà 100% Sistema di allevamento Guyot basso Vinificazione Termocontrollata in vasche di acciaio inox. Maturazione in bottiglia almeno 6 mesi. Gradazione alcolica da 12% a 13,5% vol. Caratteristiche organolettiche color giallo paglierino carico conferito dalla buccia spessa e scura di questo antico vitigno. Profumo varietale caratteristico. Bocca asciutta, complessa, quasi tannica Abbinamento si abbina perfettamente ad antipasti caldi e freddi, primi piatti della tradizione piemontese e carni bianche in genere. Con l’invecchiamento diventa imperdibile con formaggi stagionati. Temperatura di servizio 8 – 10°C CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Viene dalla Sicilia il Pinot Grigio IGT, un vino biologico tutto da amare

Viene dalla Sicilia il Pinot Grigio IGT, un vino biologico tutto da amare

Chissà se anche il commissario Montalbano, noto buongustaio e intenditore di vini, ama coccolarsi con un buon bicchiere di Pinot Grigio Terre Siciliane IGT come questa “new entry” tra le selezioni Delta del Vino che, con grande piacere, vogliamo presentarvi. Indipendentemente dai gusti del simpaticissimo personaggio uscito dalla prolifica penna di Andrea Camilleri questo vino bianco interamente biologico è stata una piacevolissima sorpresa, a ulteriore conferma di come la professionalità e la qualità dei vignaioli siciliani sia in costante crescita, raggiungendo quel livello di qualità che ci si attendeva da una terra dalla grande storia eno-gastronomica. Quando si parla di vini siciliani la zona di Alcamo è una delle più menzionate, in quanto uno dei principali centri di produzione di vino, specialmente bianco, di tutta l’isola e in quest’area – a metà strada tra Palermo e Trapani nella punta a Nord-Ovest della Sicilia – non è difficile imbattersi in vigneti con geometria a spalliera o a tendone tra i quali vengono coltivate secondo metodi biologici, quindi senza l’uso di pesticidi, erbicidi e fertilizzanti sintetici, le uve di Pinot Grigio utilizzate al 100% per la produzione di questo vino che può vantare la denominazione IGT. Dopo la raccolta le uve vengono pressate e, assieme al mosto fiore, vengono processate a basse temperature. Il prodotto pulito viene successivamente filtrato e fatto fermentare a 16-18 °C fino a quando la fermentazione non risulta perfetta. A questo punto in vino viene conservato in vasche a bassa temperatura costante prima di venire imbottigliato. Quello che ne scaturirà è un vino bianco dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, dal bouquet perfettamente equilibrato, con note di mela, pesca e biancospino. Dal sapore fresco e armonico al palato il Pinot Grigio Terre Siciliane IGT si abbina idealmente con pollo alla griglia, piatti di pesce e insalate, servito ad una temperatura di 8-10 gradi, ma da non sottovalutare anche per aperitivi o per una rilassante bevuta a metà giornata. Ma attenzione a non eccedere, il commissario Montalbano è sempre in agguato. Uve Pinot Grigio 100% Sistema di allevamento Controspalliera, Cordone speronato Tipologia di terreno Sabbioso Altitudine 150-170 metri s.l.m. Maturazione Macerazione con le bucce e fermentazione a freddo con affinamento in vasche d’acciaio e bottiglia Gradazione alcolica 12% vol. Abbinamento Vino che si accompagna idealmente a carni bianche alla griglia, piatti di pesce e insalate Temperatura di servizio 8-10°C   CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Dai terrazzamenti Piemontemare ecco il Gavi DOCG

Dai terrazzamenti Piemontemare ecco il Gavi DOCG

C’è una fetta di terra – dove il Piemonte è vicino al Mar Ligure, nel comune di Bosio – dove i terrazzamenti si fanno strada tra ruscelli e boschi. Qui troviamo una superficie di ventiquattro ettari nella zona del Gavi e dell’Ovada dove crescono i Vigneti Piemontemare, appezzamenti anche attigui che si caratterizzano, gli uni dagli altri, da profonde diversità, uniche e irripetibili. Qui troviamo le uve della vigna di Pian Lazzarino che – come le vicine della Vecchia, dell’Arciprete, delle Zucche, della Cascina, di Zané, dei Piasi, di Pilomberto e della Fistona – vengono coltivate ad hoc e vinificate separatamente secondo una filosofia aziendale, che punta alla massima caratterizzazione e al grandissimo rispetto dell’ambiente, dove si lavora senza mezzi, ma sono con zappa e olio di gomito senza l’uso di diserbanti, con un uso ridotto al minimo di solforosa in cantina, con il riutilizzo del legno di vigna per il riscaldamento domestico e altri piccoli accorgimenti a perseguire una sempre maggiore ecosostenibilità. In questo appezzamento, con pendenze del 30-40% e ad un’altitudine che va dai 285 ai 335 mslm, vi sono allevamenti a guyot basso di uva Cortese, esposte a Sud che crescono su un substrato a formazione di Cremolino (Miocene Inferiore) alternato a strati arenacei o sabbiosi e strati marnosi, ideali per la perfetta crescita del vitigno Cortese, antiche viti dalla selezione clonale del Consorzio Tutela del Gavi. Il risultato è il famoso e prelibato Gavi DOCG Pian Lazzarino, un vino bianco biodinamico che beneficia del microclima della zona, dal colore giallo dorato con riflessi verdognoli che profuma di frutta e fiori bianchi, vivo in bocca, equilibrato con quella fresca acidità che ne amplifica la persistenza e lascia, nel finale, un piacevolissimo gusto ammandorlato. Un vino ottimo sia come aperitivo che per accompagnare antipasti e i primi piatti a base di pesce o verdure. Ottimo anche coi secondi sempre a base di pesce, pure con carni bianche, formaggi freschi o di breve stagionatura. Uve Cortese 100% Sistema di allevamento Guyot basso Sesto d’impianto 240 x 90 cm Vinificazione Termocontrollata in vasche di acciaio inox. Maturazione in bottiglia almeno 6 mesi. Gradazione alcolica da 12% a 13,5% vol. Caratteristiche organolettiche colore oro con sfumature verdoline. Al naso note di frutta esotica, agrumi e pera. In bocca è sapido, minerale. Abbinamento Ideale come aperitivo e valorizza in modo particolare piatti a base di pesce, carni bianche e formaggi freschi. Temperatura di servizio 8 – 10°C CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Orvieto Classico D.O.C.

Le viti dell’Orvieto seguono ancora la tecnica di coltivazione degli etruschi: i tralci vengono retti non da tutori inerti, quali pali o colonnine di pietra, ma da alberi quali pioppi, ulivi, querce o piante da frutto. Questa D.O.C. fa tornare alla mente l’incantevole cittadina di Orvieto, il cui territorio fin dal medioevo è sempre stato vocato alla vite, coltivata anche nei giardini delle ville e negli orti: non si tratta di leggenda, anche artisti quali il Signorelli e il Pinturicchio ricevettero in pagamento per le loro opere in città dei quantitativi di vino di Orvieto! La denominazione “Classico” viene dato solo ai vini di Orvieto prodotto nella zona classica di produzione caratterizzata da tufo, pietra calcarea e terreno vulcanico. Si tratta di uno dei vitigni italiani più antichi, citato nella letteratura della nostra penisola da diversi secoli. Vino molto raffinato e versatile, può essere servito come aperitivo o per tutto un pasto elegante. La versione secco, quella che propone la selezione Delta del Vino, è particolarmente indicata con antipasti marinari di molluschi e crostacei, pesci alla griglia o al forno, piatti di uova e formaggi. Va servito fresco alla temperatura di 8-12°. Uvaggio Grechetto 50% | Trebbiano toscano 20% | Malvasia toscana 30% Zona di produzione Provincia di Terni, Viterbo (in parte) Contenuto alcolico 12,0 % vol. Colore Colore bianco paglierino, anche dorato Profumo Il profumo è fruttato, secco o anche elegante e abboccato Sapore Sapore leggero con retrogusto amarognolo Accostamento gastronomico Si abbina bene con antipasti marinari di molluschi e crostacei, pesci alla griglia o al forno, piatti di uova e formaggi. Va servito ad una temperatura di 8-12° C....

Read More

Pinot Grigio Friuli D.O.C. Grave

Un fantastico vino bianco che arriva da una zona di produzione che abbraccia una vasta fascia della pianura del Friuli, in un ambiente di spiccata vocazione vinicola in cui l’uva cresce forte e ricca, favorita dalla natura dei terreni e dalle felici condizioni climatiche. Il vitigno, molto diffuso in Friuli, è una maturazione del Pinot Nero dal colore ramato che viene, per la maggior parte, vinificato in bianco regalando vini fruttati ed eleganti. La vinificazione è quella tradizionale, in bianco con diraspapigiatura delle uve conferite, pressatura soffice del pigiato e fermentazione alcolica a basse temperature. Il vino ottenuto a seguito dei processi di stabilizzazione è imbottigliato con moderne tecnologie. Vitigno Pinot Nero 100% Zona di produzione Friuli Contenuto alcolico 12,0 % vol. Colore Colore giallo paglierino brillante Profumo I profumi sono in particolare di fiori di campo e acacia Sapore Sapore asciutto, pieno e aromatico Accostamento gastronomico Si abbina bene con minestre, carni bianche, pesce ed asparagi. Va servito alla temperatura di...

Read More