Il ripasso, una tecnica per il Valpolicella

Il ripasso, una tecnica per il Valpolicella

Uno dei vini che sta ottenendo maggiori consensi a livello commerciale è l’italianissimo Valpolicella Ripasso. Un risultato previsto e fortemente voluto dai produttori veneti che, per ottenere questo successo e poterlo mantenere, si diedero regole ferree e un disciplinare di produzione che stabilisce, tutt’oggi, che “il quantitativo dei vini a DOC Valpolicella Ripasso non può essere in volume superiore al doppio del volume di vino ottenuto dalle vinacce delle tipologie Recioto della Valpolivella e/o Amarone della Valpolicella impiegate nelle operazioni di rifermentazione/ripasso”. Quella del ripasso è un’antica tecnica dei mastri vinai della Valpolicella, una sorta di appassimento, usata per meglio strutturare il vino base prodotto nella zona. Dopo la vendemmia i grappoli migliori, selezionati per la produzione dell’Amarone, vengono fatti appassire per ben 4 mesi su un appositi graticci di legno e bambù, comunemente chiamate arelle o arele nella forma dialettale mentre I grappoli più comuni vengono pigiati subito dopo la vendemmia per produrre il normale Valpolicella, sia nella versione classica che superiore. Nei seguenti mesi di gennaio e febbraio avviene lo svinamento dell’Amarone e il Valpolicella viene posto per un certo periodo sulle vinacce dell’Amarone e del Recioto in modo da acquisirne parte dei profumi e degli aromi. In origine questo era un passaggio abbastanza veloce, da cui il nome ripasso, poi si è capito che una maggiore permanenza aiutava ad acquisire sapori. Molti produttori continuano questa pratica, normalmente utilizzata per il Valpolicella Superiore. In anni recenti, alcune cantine hanno affinato e ammodernato la tecnica del ripasso. Al momento della vendemmia, parte delle uve utilizzate per il Valpolicella viene pigiato e parte appassito per alcuni mesi come avviene per l’Amarone. Una volta pigiate anche queste uve appassite, esse vengono unite a quelle precedentemente lavorate e subiscono una seconda fermentazione prima di passare al successivo affinamento in botte. Il vino così ottenuto, per corpo, struttura e aromi, si pone a metà strada tra il classico Valpolicella superiore e...

Read More

Valpolicella Superiore Ripasso DOC (Selun)

Denominazione di Origine Controllata Descrizione Vino di buona struttura ottenuto ripassando le uve del Valpolicella Classico sulle vinacce dell’Amarone per ottenere dopo una lenta fermentazione particolari aromi e spiccata personalità. Quella del ripasso è un’antica tecnica dei mastri vinai della Valpolicella, usata per dare più struttura al vino base prodotto nella zona. Dopo la vendemmia, i grappoli migliori, selezionati per la produzione dell’Amarone, vengono fatti appassire sulle arelle, un particolare cannicciato, per circa 4 mesi. I grappoli ‘normali’ vengono invece pigiati subito dopo la vendemmia per diventare il normale valpolicella, classico o superiore. Al momento dello svinamento dell’Amarone, attorno a gennaio-febbraio, il Valpolicella viene messo per un certo periodo sulle vinacce dell’Amarone così da acquisirne parte dei profumi e degli aromi. Molti produttori continuano questa pratica, normalmente utilizzata per il Valpolicella Superiore. In anni recenti, alcune cantine hanno affinato e ammodernato la tecnica del ripasso. Al momento della vendemmia, parte delle uve utilizzate per il Valpolicella viene pigiato e parte appassito per alcuni mesi come avviene per l’Amarone. Una volta pigiate anche queste uve appassite, esse vengono unite a quelle precedentemente lavorate e subiscono una seconda fermentazione prima di passare al successivo affinamento in botte. Il vino così ottenuto, per corpo, struttura e aromi, si pone a metà strada tra il classico valpolicella superiore e l’Amarone. Vitigno Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara e altre uve in piccole quantità. Zona di produzione Selun o in dialetto veronese arcaico è un piccolo altopiano situato alle pendici del Monte Pastello nella parte occidentale della Valpolicella nella frazione Monte del comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella Contenuto alcolico 15 % vol. Invecchiamento La maturazione avviene per 6 mesi in acciao e quindi in piccole botti rovere per 12-16 mesi. Colore Rosso intenso tendente al granato . Profumo Spiccati profumi di bacche, ciliegie e amarene sotto spirito Sapore Al palato risulta molto armonico e gradevole con sentori di bacche e piccoli frutti marmellata e prugne cotte.. Accostamento gastronomico Particolarmente indicato per formaggi stagionati, arrosti e carne ai ferri. Da servire a 18-20°C CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More

Una degustazione gratuita con omaggio per presentarci

Una degustazione gratuita con omaggio per presentarci

Come nella migliore tradizione ci si presenta con un brindisi. Come potevamo, noi di Delta del Vino S.r.l., non farlo direttamente ai nostri vecchi e futuri clienti senza fare assaggiare alcuni dei principali vini della nostra selezione. Allora abbiamo atteso che le festività pasquali trascorressero per fare il nostro debutto ufficiale direttamente nella nostra città di appartenenza: Parma, una delle capitali mondiali del gusto. E lo vogliamo fare nel cuore della città, a due passi da quel Parco Ducale dimora di Maria Luigia (amata figura legata alla città e moglie di Napoleone) presso lo Starhotel Du Parc (viale Piacenza, 12/C) dove, ad iniziare dalle ore 10,30 e fino alle 19,30 daremo a tutti i partecipanti la possibilità di dialogare con noi per meglio conoscerci e, soprattutto, di poter fare un’accurata degustazione gratuita dei migliori prodotti enologici della selezione Delta del Vino, tra cui spiccano: l’ottimo Amarone della Casa Vinicola Selun, il Barbaresco di produzione Oddero, il Ghemme di Ioppa, il Chianti Classico di produzione Guidi, il Prosecco Agostinetto e il Pinot Grigio Benotto. Ma c’è, anche, quella che pensiamo possa essere una piacevole sorpresa: infatti a chi farà un acquisto di nostri prodotti – che verranno consegnati gratuitamente e comodamente a casa – dell’importo minimo di € 180,00 in aggiunta riceverà 6 bottiglie di vino della nostra selezione come ricordo di questo nostro primo incontro. Una bottiglia di Bianco di Sicilia IGP sarà, invece, l’omaggio di benvenuto per tutti coloro che si presenteranno con l’invito che potrete ricevere per posta oppure scaricare direttamente cliccando qui. Vi aspettiamo, quindi, domenica 26 aprile per brindare con voi. CONTATTACI per maggiori...

Read More

Amarone Valpolicella DOCG (Selun)

Denominazione di Origine Controllata e garantita Descrizione Vino ottenuto con uve rigorosamente selezionate che dopo un periodo di 3-4 mesi di appassimento e su maturazione in fruttaio, vengono pigiate e fatte fermentare a basse temperature. L’affinamento avviene in serbatoi di acciaio 6 mesi e successivamente in botti di legno di rovere per 18-24 mesi. E qui che, ad un altitudine fra i 400 e i 500 metri, sorge la sede della piccola azienda Selun composta da tre appezzamenti: Scarpera, Albarine e Selun. I terreni su cui sorgono i vigneti sono in prevalenza composti da marne calcaree e basalti. Queste caratteristiche, unite alle variazioni termiche proprie dell’altitudine, conferiscono ai vini intensità e varietà di profumi unici. La denominazione Fiori del Pastello nasce proprio dalla particolarità di questa collina che in primavera si ammanta di fiori selvatici come la viola, la rosa canina, e il gladiolo italico che donano ai vini in tempi successivi sentori di frutta dapprima acerba, poi matura e quindi sotto spirito e cotta. Vitigno Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara e altre uve in piccole quantità. Zona di produzione Veneto, Selun o in dialetto veronese arcaico è un piccolo altopiano situato alle pendici del Monte Pastello nella parte occidentale della Valpolicella nella frazione Monte del comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella Contenuto alcolico 16 % vol. Invecchiamento Invecchiamento obbligato di 2 anni, non vi sono limiti temporali conservazione. Colore Rosso intenso tendente al granato . Profumo Spiccati profumi di bacche, ciliegie e amarene sotto spirito Sapore Al palato richiama sapori persistenti di prugne , mandorle amare liquerizia e spezie varie. Accostamento gastronomico Indicato con piatti robusti di carne e selvaggina, oltre a formaggi stagionati e piccanti. Servire a 18-20°C CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI Contatti Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com * Nome * Cognome Città * Email Telefono Il Tuo Messaggio *...

Read More