Scorbutico di nome ma non di fatto, il nuovo vino rosso DOC della selezione delta del Vino

Scorbutico di nome ma non di fatto, il nuovo vino rosso DOC della selezione delta del Vino

Con un nome così ti verrebbe voglia di passare oltre, invece una gran bella sorpresa è stata la scoperta di questo supremo vino rosso DOC che ci arriva direttamente dalle splendide colline senesi. In questa zona, precisamente a Poggio Grande, da oltre un secolo la famiglia Zamperini cura i terreni che circondano il Castello di Ripa d’Orcia, dedicandosi alla fattoria mantenendo le antiche tradizioni agricole dell’allevamento e della coltivazione e relativa cura dei vigneti, ulivi e boschi che circondano l’azienda. Nel 1999 nasce la vera e propria azienda vinicola producendo le prime bottiglie di vino IGT Toscana che, in un continuo crescendo qualitativo arriveranno a portare l’azienda un fiore all’occhiello dell’intero territorio. Il Sangiovese è il vitigno di partenza, il principe della zona, ma il lavoro della famiglia Zamperini ha fatto sì che anche vitigni internazionali come Cabernet Sauvignon e Syrah – vitigni francesi a bacca bianca – potessero diventare un’importante particolarità per l’azienda stessa. Dal 2014 Poggio Grande si converte al biologico, nel pieno rispetto della tradizione famigliare, sforzo che ha permesso di arrivare ad un notevole miglioramento dei propri prodotti. Tra i principali vini rossi troviamo questo Scorbutico Rosso d’Orcia DOC che Delta del Vino propone alla sua clientela tramite le sue selezionate scelte. Si tratta di un Sangiovese abbinato a uve Syrah e Cabernet Sauvignon che fa 12 mesi di affinamento in barriques di rovere francese e una vinificazione in acciaio a temperatura controllata tra i 20 e 30 gradi. Un vino che si presenta con un bellissimo color rosso rubino cupo e al naso regala eleganza fatta di frutti di bosco, cioccolato, un accenno di vaniglia, chiodi di garofano e ginepro. Caldo ed equilibrato in bocca, ha la giusta sapidità e acidità coi tannini molto ben bilanciati da una piacevole morbidezza. È un vino, come quelli di queste terre, che si abbina a meraviglia coi sughi tipici a base di carni per condire le varie paste, coi crostini a base di paté di fegato e assolutamente da provare con la tartare di manzo. Siamo, pertanto, felici di poterlo accogliere nella nostra grande famiglia di vini di qualità.

Uve
Sangiovese 70%, Syrah 20%, Cabernet Sauvignon 10%

Sistema di allevamento
Cordone speronato

Tipologia di terreno
Argilloso

Altitudine
400 metri s.l.m.

Vendemmia
Manuale, seconda metà di Settembre

Vinificazione e affinamento
Vinificazione in acciaio a temperatura controllata compresa tra 20 e 30 °C, macerazione medio lunga e fermentazione spontanea, ad opera di lieviti indigeni. Affinamento di 12 mesi in barriques di rovere francese.

Gradazione alcolica
13,5% vol.

Abbinamento
Una buona combinazione con sughi di carne tipici, tagliatelle o pici al ragù, crostini con patè di fegato e tartare di manzo

Temperatura di servizio
16-18°C

CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI

Contatti
Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com