Dai terrazzamenti Piemontemare ecco il Gavi DOCG

C’è una fetta di terra – dove il Piemonte è vicino al Mar Ligure, nel comune di Bosio – dove i terrazzamenti si fanno strada tra ruscelli e boschi. Qui troviamo una superficie di ventiquattro ettari nella zona del Gavi e dell’Ovada dove crescono i Vigneti Piemontemare, appezzamenti anche attigui che si caratterizzano, gli uni dagli altri, da profonde diversità, uniche e irripetibili. Qui troviamo le uve della vigna di Pian Lazzarino che – come le vicine della Vecchia, dell’Arciprete, delle Zucche, della Cascina, di Zané, dei Piasi, di Pilomberto e della Fistona – vengono coltivate ad hoc e vinificate separatamente secondo una filosofia aziendale, che punta alla massima caratterizzazione e al grandissimo rispetto dell’ambiente, dove si lavora senza mezzi, ma sono con zappa e olio di gomito senza l’uso di diserbanti, con un uso ridotto al minimo di solforosa in cantina, con il riutilizzo del legno di vigna per il riscaldamento domestico e altri piccoli accorgimenti a perseguire una sempre maggiore ecosostenibilità. In questo appezzamento, con pendenze del 30-40% e ad un’altitudine che va dai 285 ai 335 mslm, vi sono allevamenti a guyot basso di uva Cortese, esposte a Sud che crescono su un substrato a formazione di Cremolino (Miocene Inferiore) alternato a strati arenacei o sabbiosi e strati marnosi, ideali per la perfetta crescita del vitigno Cortese, antiche viti dalla selezione clonale del Consorzio Tutela del Gavi. Il risultato è il famoso e prelibato Gavi DOCG Pian Lazzarino, un vino bianco biodinamico che beneficia del microclima della zona, dal colore giallo dorato con riflessi verdognoli che profuma di frutta e fiori bianchi, vivo in bocca, equilibrato con quella fresca acidità che ne amplifica la persistenza e lascia, nel finale, un piacevolissimo gusto ammandorlato. Un vino ottimo sia come aperitivo che per accompagnare antipasti e i primi piatti a base di pesce o verdure. Ottimo anche coi secondi sempre a base di pesce, pure con carni bianche, formaggi freschi o di breve stagionatura.

Uve
Cortese 100%

Sistema di allevamento
Guyot basso

Sesto d’impianto
240 x 90 cm

Vinificazione
Termocontrollata in vasche di acciaio inox.

Maturazione
in bottiglia almeno 6 mesi.

Gradazione alcolica
da 12% a 13,5% vol.

Caratteristiche organolettiche
colore oro con sfumature verdoline. Al naso note di frutta esotica, agrumi e pera. In bocca è sapido, minerale.

Abbinamento
Ideale come aperitivo e valorizza in modo particolare piatti a base di pesce, carni bianche e formaggi freschi.

Temperatura di servizio
8 – 10°C

CONTATTACI PER INFO E ACQUISTI

Contatti
Per tutte le informazioni sulle selezioni Delta del Vino compila la form oppure inviaci una email a: rastelli@deltadelvino.com